Giochi educativi per tutti

Dalla strategia alla realizzazione: come avviare le prime mosse per diventare un riferimento nazionale nei giochi educativi. Oggi utilizziamo il caso di un nostro cliente per guardare più da vicino queste prime mosse. Alcuni mesi fa abbiamo raccontato di come Gioeca voglia diventare un punto di riferimento per i giochi educativi in Italia. Il negozio di Udine, che ha anche uno shopping online, è passato dalla fase strategica a quella realizzativa adottando una prospettiva di inbound marketing. Sono perciò state fissate azioni diverse tenendo conto quando ci si rivolge a persone da attrarre sul sito fornendo loro informazioni utili, a contatti profilati o a chi è in procinto di diventare cliente.


Keyword, contenuti e sponsorizzazioni

L’analisi delle keyword svolta ha fornito i dati per decidere su quali gruppi semantici puntare per guadagnare visibilità online. Abbiamo considerato i volumi di traffico, la stagionalità, l’incisione sul fatturato e gli interessi di sviluppo commerciale di Gioca per selezionare 10 gruppi semantici con i quali iniziare e che, naturalmente, sono soggetti a variazioni a seconda delle performance misurabili ottenute. Al loro interno infatti si sono già distinte singole keyword più ricercate e profittevoli da coltivare.


Attrarre persone con contenuti diversi, considerando se siano in cerca di informazioni generali, di termini di paragone o di prodotti da acquistare. Ad ognuno la sua esperienza con Gioeca.

Su queste basi, abbiamo stabilito come operare sui contenuti del sito e del blog, fino a redigere piano e calendario editoriale oltre a guide di approfondimento per il web. È stata modificata l’architettura dell’informazione del sito per rispondere alle diverse esigenze dei clienti, a seconda che si trovino in uno stadio di conoscenza, considerazione o decisione, ed è stata molto rimaneggiata l’area shopping online per renderla più chiara e completa. Grazie infine al monitoraggio Analytics abbiamo individuato in modo preciso i segmenti di pubblici interessanti e li stiamo usando per le prime attività di promozione a pagamento su Google, volte a portare nuovo traffico a Gioeca. Allo stesso fine utilizziamo Facebook Advertising, sfruttando il pixel di Facebook (che collega Facebook e sito web) e i pubblici personalizzati.


Lavoro a più mani

La consulenza in corso e la sua realizzazione sono condotte, più che in collaborazione, in una modalità di vero e proprio lavoro a più mani. Gioeca dispone già, infatti, di una persona specializzata nel preparare i contenuti e di uno sviluppatore, dunque professionisti con i quali il team Servizi Multimediali divide i compiti e coordina i risultati. La routine scelta, inoltre, prevede una riunione settimanale fra i referenti del progetto; il nostro responsabile di tanto in tanto trascorre anche una mattinata in Gioeca perché, trovandosi lì, assorbe meglio le dinamiche e trova risposte immediate ai suoi quesiti per gestire e far avanzare il progetto.



Belle parole… ma contano i numeri!
Vero, per questo ad alcuni lavori svolti abbiamo dedicato una scheda che racconta cosa abbiamo fatto, dati alla mano: dai un occhio.