Come fare il SEO audit al sito web aziendale

Servizi Multimediali ti insegna a farlo con una consulenza che ti segue a passo a passo come una formazione one-to-one.

L’attività è stata avviata per Studio Sandrinelli, che si occupa di Relazioni Pubbliche e Comunicazione e di cui siamo partner.

La richiesta era di sviluppare un’attività di sostegno SEO per quei clienti che volevano avere un miglior controllo sul proprio sito web e imparare renderlo più efficiente. L’esperienza con Studio Sandrinelli ci ha fatto strutturare una consulenza formativa che viene di volta in volta calibrata sulla singola azienda a partire da un SEO audit che porta a stabilire come configurare le pagine del sito per un buon posizionamento sui motori di ricerca e a evidenziare carenze ed errori strutturali che influiscono negativamente sulla scansione e indicizzazione delle pagine.

 

Insegniamo a fare un SEO audit e a migliorare l’efficacia del proprio sito web a chi vuole farlo internamente o vuole avere una competenza sufficiente per interagire con uno SEO specialist.

Il percorso dà così le competenze per delineare la strategia da perseguire e per ottimizzare la presenza web aziendale, fa comprendere come agire con esempi pratici sul sito aziendale su quale mettersi direttamente alla prova. Un approccio concreto.

 

Gli obiettivi del sito web

Prima di un audit SEO è necessario avere ben chiaro qual è l’obiettivo perseguito dal sito web e come esso si integri nella strategia di web marketing adottata dall’azienda. Un contesto di riferimento chiaro, infatti, fa massimizzare la resa dei dati raccolti.
È necessario avere ben presenti le necessità dei potenziali visitatori per dar loro le informazioni più corrette a seconda dello stadio del loro percorso verso l’acquisto. Per chi desidera analizzare questo aspetto, c’è un approfondimento dedicato proprio a come intersecare obiettivi aziendali, strategia di web marketing e clienti.

 

L’analisi keyword

Il passo successivo della consulenza formativa è l’analisi dei termini di ricerca, volta a individuare quali sono le parole chiave utilizzate dalle persone per cercare contenuti in-target rispetto a ciò che offre l’azienda. È in questa fase che forniamo indicazioni su:

  • come ipotizzare le parole chiave e come selezionarle, tenendo conto che le parole usate da chi cerca potrebbero essere diverse da quelle in uso nel settore
  • quali strumenti usare per la ricerca e come utilizzarli in abbinata fra loro
  • come interpretare i risultati per ottimizzare il posizionamento organico delle pagine web
  • come sfruttarli per creare e organizzare contenuti adatti per attrarre traffico qualificato

I dati raccolti con l’analisi delle keyword sono dati oggettivi che fotografano la realtà e consentono di agire per un miglior sviluppo dell’attività online.

I dati raccolti con la keyword analysis sono oggettivi, ma vanno interpretati. Nella nostra consulenza formativa insegniamo come condurre una riflessione approfondita su di loro, tenendo conto di parole chiave principali, secondarie e correlate, delle loro tassonomie e di come si intrecciano con mercato, contesto sociale, azienda e concorrenti.

L’analisi dei contenuti e della architettura del sito

L’analisi delle keyword serve per mettere in luce quali contenuti servono e come va strutturata l’architettura dell’informazione del sito web. Il passo successivo è verificare cosa va modificato, ampliato, sviluppato di sana pianta o escluso per raggiungere l’obiettivo.
Durante la consulenza formativa viene analizzata la resa dei testi e le eventuali modifiche necessarie per contribuire all’ottimizzazione SEO e al miglior posizionamento delle pagine.

Correzione errori e monitoraggio

Gli strumenti automatici adottati per il SEO audit, come per esempio SEMrush, Sistrix o Ahrefs, forniscono anche una serie di indicazioni precise su dove e come intervenire per ottimizzare il sito web. Possono consigliare l’intervento SEO on page, quindi sugli elementi all’interno di una pagina web che concorrono al suo posizionamento sui motori di ricerca (tag title, url, gestione immagini, tag alt, rich snippet ecc.), oppure la verifica della velocità del sito e della sua usabilità, o ancora interventi sulla struttura tecnica delle pagine. 

Durante la consulenza formativa alcuni di questi interventi vengono presi in considerazione, discussi e testati per mettersi alla prova e per imparare a gestirli in autonomia e a verificarne l’impatto sul sito. Gli strumenti di SEO audit automatici, uniti a Google Analytics e Google Search Console, diventano gli alleati per proseguire nell’operazione costante di correzione errori e monitoraggio. Essa va svolta costantemente per verificare l’ottimizzazione del traffico organico e il raggiungimento degli obiettivi strategici affidati al sito web.

Costo consulenza formativa di SEO audit

Il costo della consulenza formativa SEO audit è di 1.500 €.

Si sviluppa in due sessioni di 4 ore ciascuna con un approccio molto pratico così da imparare a migliorare il posizionamento organico delle pagine del proprio sito web o a interagire con consapevolezza con il proprio SEO specialist. È completata da slide applicate al tuo sito e da una lista degli aspetti da analizzare, correggere e monitorare per avere tutto sotto controllo.

Impara a fare il SEO audit per il tuo sito aziendale in autonomia!

 

Consulenza Formativa Seo Audit